Avanti tutta! Noi siamo freelance!

Freelancers, Traduzione

Ultimamente dormo poco, lavoro molto e… Continuo a lavorare e a dormire poco. Quando ero all’università non riuscivo a capire a cosa si riferissero i miei professori spagnoli con “tendréis que aprender a organizar bien vuestro tiempo y a desconectar del trabajo, porque ser traductor significa convivir las 24 horas con vuestra labor”. Bè adesso lo so bene.
Un traduttore se non è su Trados a tradurre è su InDesign a disegnare il suo biglietto da visita. Se non è su MemoQ a imparare a usare il programma sta seguendo un corso per imparare una nuova lingua. Se non ce la fa più a studiare dopo anni passati sui libri è su una piattaforma on-line per diventare esaminatore di qualche accademia di lingua straniera internazionale (giusto per allargare ancora di più gli orizzonti). Insomma, è una pseudomacchina-umana tuttofare, che non sa stare davanti alla TV a godersi un film in santa pace.

Ma cosa vogliamo di più di essere dei freak belli e buoni delle lingue in generale?

Ma che dico lingue, freak di qualsiasi cosa che solletichi il nostro interesse!

Per farvi un esempio concreto, in questo momento sto scrivendo sul mio blog, sto guardando un programma di History channel e sto pensando all’agenda della prossima settimana: 16.000 parole di traduzione tecnica su termostati e condotti per climatizzatori, revisione di dio-solo-sa-quante-parole di testi turistici sul settore alberghiero, controllo della qualità di sottotitoli e audio, traduzioni di moda, localizzazione di giochi on-line. Credo che lavorerò anche questa domenica. Ah sì, quasi dimenticavo: corso sul web per diventare esaminatrice di spagnolo. Fino a febbraio.

Devo pensare seriamente di andare da un buon oculista a rifarmi gli occhiali. Perché bè, non si può avere tutto dalla vita: 12 ore davanti allo schermo comporta un minore sex appeal. È così che funziona il gioco.

Ma non voglio dirvi tutte queste belle cose per scoraggiarvi, ma per animarvi a raggiungere i vostri obiettivi.

12565495_772843859482606_7545509764269765510_n

In un mondo dove si sente parlare solo di crisi, e poi ancora crisi, e poi un altro po’ di crisi per terminare con un’altra buona dose di crisi non conviene dormire troppo sugli allori e dare sempre colpa alla crisi di tutti i nostri problemi. Sicuramente la situazione è cambiata dagli anni 90, ma è proprio per questo che dobbiamo tirarci ancora più su le maniche e provare, senza smettere mai.

Chiaramente ci vuole anche un po’ di fortuna nella vita, come in tutte le cose: io ne ho avuta molta, soprattutto all’inizio. Non potrò mai ringraziare abbastanza la mia compagna di avventure accademiche (…e non solo!) Isa: una professoressa di spagnolo modello sivigliana senza la quale non sarei mai riuscita a laurearmi. Poi anche il mio collega Javier, che grazie ai suoi buoni consigli mi ha aperto la strada per entrare in un mondo incredibile.

Perché il bello di questo lavoro è che non è così competitivo come gli altri. Certo, non regaliamo clienti così por la cara (come dicono in spagnolo), ma ci aiutiamo. Hai bisogno di un consiglio professionale? Scrivi in una lista o in un foro on-line (date un’occhiata qua: https://list.cineca.it/cgi-bin/mailman/listinfo/langit), oppure collegatevi al classico Proz. Sei in crisi perché oggi Studio fa le bizze? Apri Skype e cerca qualcuno che ne sa più di te nella tua lista di contatti.

È bello perché lavoriamo da soli, ma non siamo mai soli

Quando le persone mi chiedono che lavoro faccio, la maggior parte di loro rimane un po’ stordita al principio, e scioccata quando affermo che lavoro a casa… “Mamma mia a casa no eh… Uuuuh no no no, ma come fai? Non ti senti sola?”. La mia risposta è sempre la stessa: “Come in tutte le cose ci sono i pro e i contro, i pro ce ne sono a bizzeffe (orari flessibili, organizzazione del lavoro indipendente, colleghi antipatici con i quali non devo convivere mille ore al giorno, capi insopportabili dai quali devo sorbirmi partacce, ecc ecc ecc…) e i contro… bè sì qualche contro c’è (la sgradevole sensazione di sentirti costantemente occupato-disoccupato, la casa che a volte se te cae encima, lo stare molte ore al silenzio più totale, che poi anche il minimo rumore ti sembra un 747 che ti passa proprio accanto al timpano di ambedue le orecchie -poveri mariti/mogli/fidanzati/fidanzate!!!, il tempo, che per te ce ne hai sempre poco, ecc ecc ecc…).

Ma la sensazione di creare qualcosa di tuo dal niente è grandiosa. Un po’ di tempo è necessario, ma alla fine i risultati arrivano, credetemi.

Quindi io sono a favore di spegnere i telegiornali, di non lasciarci influenzare e convincere che siamo solo dei poveracci in un mondo che non ci vuole e di iniziare a darci da fare come dei veri entrepreneur!

Vi lascio con un’altra citazione da una delle mie pagine di Facebook preferite:

12417661_769756866457972_1412636546579713700_n

Spero che questo post vi abbia dato quella piccola spinta che ogni tanto ci vuole per continuare ad andare avanti!

Un saluto a tutti,

Chiara

Advertisements

4 pensieri su “Avanti tutta! Noi siamo freelance!

  1. Ma quale sola??!! Ci sarà sempre la tua compagna di avventure 🙂 )e non dimenticare Lana…) Eres una pedazo de traductora y mejor amiga. La gente buena merece que le pasen cosas buonas. Sono fortunata di averti nella mia vita professionale e soprattutto in quella privata. Sigue así, cómete el mundo con papas!!!
    (Te creías que no lo iba a leer, no??)

  2. Grazie, non sai quanto questo tuo post, scovato praticamente per caso, mi abbia dato la carica che cercavo! Lavoro da anni in un’azienda per cui gestisco affari commerciali esteri, ma ho studiato da traduttrice e interprete ad amo tradurre. Da un po’ sto pensando di diventare una traduttrice freelance. E beh, erano le parole di incoraggiamento che mi servivano.
    Quindi, gracias. Ma tanto tanto 🙂

    1. Ciao Laura,
      non sai quanto faccia piacere a me leggere un tuo commento! Alla fine il mio scopo era proprio questo, incoraggiare i miei colleghi/futuri colleghi, anche solo un pochino… E dalle tue parole vedo che a qualcosa serve scrivere ogni tanto! 😉
      Ti auguro tutta la fortuna del mondo! E mi raccomando, non lasciarti scoraggiare! 😀
      Un abbraccio,
      Chiara

I commenti sono chiusi.